L'italia che sta dalla parte dei Rifugiati

Tutti al Matrimonio! Lab. + Spettacolo Tra i Binari /Sprar Empoli

Dal 10 Giugno al 13 Giugno 2019
09:00 - 20:00
Chiostro degli Agostiniani – Via Dei neri 15 -
Empoli
Dal 10 Giugno al 13 Giugno 2019
09:00 - 20:00
Chiostro degli Agostiniani – Via Dei neri 15 -
Empoli
Organizzato da:
SPRAR Empolese Valdelsa
teatritraibinari@gmail.com Francesco: 3385847087

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato Tra i Binari e lo Sprar Empolese Valdelsa organizzano un laboratorio intensivo di Teatro e Cittadinanza. 4 Giorni di incontro e sperimentazione per produrre una Parata Cittadina e una Performance finale.

Laboratorio di Teatro e Cittadinanza
10/11/12 giugno dalle 18:00/21:00
Teatro Il Momento – Via del Giglio 53 – Empoli

Giovedì 13 Giugno
ore 18:30 – Tutti al Matrimonio – Performance Finale – Chiostro degli Agostiniani – Via Dei neri 15 – Empoli.

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato Tra i Binari e lo Sprar di Empoli organizzano un laboratorio intensivo di Teatro e Cittadinanza. 5 Giorni di incontro e sperimentazione per produrre una Parata Cittadina e una Performance finale.

Si tratta di un laboratorio che possa mettere in contatto la tradizione popolare Italiana con le tradizioni popolari che provengono dai nuovi cittadini che vivono i nostri stessi luoghi. L’obiettivo e quello di creare un luogo di incontro che possa sviluppare un reale dibattito volto alla progettazione di nuove forme di vivere il quotidiano. Canti, parole e balli per vivere gli spazi comuni attivamente e creativamente.

Il lavoro è aperto a chiunque sia interessato a vivere un’esperienza di Teatro che possa mettere in contatto reale con l’altro e che ci spinga a creare un modo diverso per far rivivere le strade e le piazze delle nostre città. Occupare gli spazi comuni con l’arte e la cultura sono sicuramente i modi migliori per promuovere legalità e sicurezza nei nostri quartieri.

NOTE DI REGIA

Un gruppo di Uomini e Donne, si incontrano in una piazza. Ognuno di loro ha una storia simile a quella di Zobeide delle Città invisibili: hanno avuto tutti lo stesso sogno. Tutti provengono da parti del mondo diverse e ognuno è partito alla ricerca della città dove quel sogno si animava. Questa non è mai stata trovata da nessuno, ma si sono trovati tra loro. Su questa piazza ogni gruppo inizia a raccontare la storia della sua provenienza in un vortice di scambio di canti e racconti che genera il loro incontro. Questo susseguirsi di racconti porta ad una chiara richiesta: Voglio organizzare un matrimonio, ma non so come fare. Oh Dio ti prego aiutami!

Attimi di gioco, performance e riflessione per poter spingere la cittadinanza a vivere gli spazi comuni cercando di favorire integrazione e condivisione spontanea. Un corteo a festa che crei una piazza internazionale fatta di suoni, colori e danze al fine di far tornare l’essere umano e i suoi diritti al centro di un dibattito quotidiano passando per il coinvolgimento diretto del pubblico attraverso percorsi di animazione teatrale.

Show Buttons
Hide Buttons